VALENCIA SARÀ CAPITALE EUROPEA VERDE 2024 | Costa de Valencia Escuela de Español. Valencia, España

Redes sociales

Banderas

Home

VALENCIA SARÀ CAPITALE EUROPEA VERDE 2024

VALENCIA SARÀ CAPITALE EUROPEA VERDE 2024

L'impegno di Valencia per la sostenibilità è stato riconosciuto a livello europeo con la designazione di Capitale Verde Europea 2024. Il riconoscimento arriva dopo altri premi - è stata dichiarata Capitale mondiale del design e Capitale europea del turismo intelligente - grazie al suo impegno pionieristico per diventare una città climaticamente neutrale e intelligente entro il 2030 e un modello di sviluppo urbano sostenibile.

Questo titolo, promosso dalla Commissione europea dal 2010, riconosce gli sforzi delle città per migliorare l'ambiente e la qualità della vita dei loro cittadini e visitatori attraverso progetti allineati al Patto Verde Europeo, alla Strategia per la Biodiversità 2030 dell'Unione Europea o agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) delle Nazioni Unite.

La selezione della città vincitrice viene valutata sulla base di 12 indicatori ambientali: dalla qualità dell'aria, al rumore, all'acqua o all'uso sostenibile del territorio, fino alla gestione dei rifiuti, al riciclaggio, al cambiamento climatico, alla mobilità sostenibile o alla governance ambientale.

Ecco alcuni dei motivi per cui Valencia è diventata la nuova Capitale Verde Europea:

VALENCIA CONSERVA IL PARCO URBANO PIÙ LUNGO D'EUROPA

Non si può descrivere Valencia senza menzionare il Giardino del Turia, un ex letto di fiume, che dalla sua inaugurazione nel 1986 come spazio verde si è adattato alla città e alle esigenze dei suoi abitanti. I suoi oltre 120 ettari e 12 chilometri di lunghezza, che collegano la Città delle Arti e delle Scienze, praticamente nel porto, con il Bioparco, ne fanno il parco urbano più lungo d'Europa.

 

VALENCIA PROTEGGE I SUOI ECOSISTEMI NATURALI E CREA SPAZI VERDI

Oltre ai Giardini del Turia, Valencia si impegna a proteggere il resto degli spazi verdi, tra cui il Parco Naturale dell'Albufera e i frutteti periurbani, nonché a creare nuovi parchi e giardini. Non sorprende che oltre il 90% degli abitanti della città viva entro 300 metri da aree urbane verdi. La città ha anche dimostrato il suo impegno nel migliorare la qualità dell'aria e nel ripristinare gli ecosistemi naturali, come la duna di Devesa e le zone umide.

 

VALENCIA RECUPERA SPAZI PUBBLICI PER I PEDONI

Oltre agli spazi verdi, Valencia si è impegnata a rendere le sue strade e le sue piazze più accessibili ai pedoni. In questo senso, le strade che circondano il Mercato Centrale o la Piazza del Municipio sono state pedonalizzate, liberando il centro di Valencia dal traffico, come è già avvenuto nella Plaza de la Reina, recentemente inaugurata.

 

VALENCIA CREA UNA VASTA RETE DI PISTE CICLABILI

Le strade di Valencia dispongono di una rete di oltre 160 chilometri di piste ciclabili che contribuiscono a ridurre le emissioni di CO2. La capitale del Turia, che fa parte della Rete delle Città per la Bicicletta, invita a pedalare grazie a questa estesa rete di corsie, ma anche grazie alle sue dimensioni, al terreno pianeggiante e a un centro storico che concede sempre meno spazio ai veicoli a motore, che hanno un limite di velocità di 30 km all'ora. Ma non è tutto, perché Valencia offre altri spazi ideali per andare in bicicletta, come i Giardini del Turia, i parchi e i giardini urbani, il frutteto e la zona della spiaggia.

 

VALENCIA È PIONIERA NELLA CERTIFICAZIONE DELL'IMPRONTA DI CARBONIO TURISTICA

Una delle ragioni principali del successo di Valencia è il suo impegno a ridurre le emissioni di carbonio del settore turistico. Tra i progetti più importanti e di maggiore impatto economico, sociale e ambientale c'è l'audit dell'impronta di carbonio e dell'acqua dell'attività turistica, che consente di adottare le misure necessarie per raggiungere la neutralità di carbonio nel settore entro il 2025. È anche la prima città europea a ricevere una doppia certificazione ITU (ONU) e ISO per lo sviluppo sostenibile delle città.

 

VALENCIA È UNA CITTÀ SEMPRE PIÙ SMART

Tutto questo è possibile grazie alle nuove tecnologie e alla digitalizzazione, che hanno fatto di Valencia la Capitale del Turismo Intelligente nel 2022. I suoi piani d'azione sostenibili includono misure per ridurre le emissioni di CO2, incoraggiare l'uso di veicoli elettrici, migliorare l'efficienza energetica, promuovere scelte alimentari sostenibili e tenere conto dell'impatto sul patrimonio culturale.

 

VALENCIA SI IMPEGNA PER UNA TRANSIZIONE VERDE EQUA E INCLUSIVA

Il calcolo dell'impronta di carbonio va di pari passo con gli sforzi per incentivare l'economia locale e circolare, sviluppando e gestendo l'etichettatura di prossimità per conoscere l'impatto dei prodotti sostenibili, sicuri e sani. Oltre all'uso sostenibile del territorio, Valencia fa affidamento sul potenziale di autoproduzione energetica della città con le energie rinnovabili e sulla capacità degli spazi naturali come i frutteti, i Giardini del Turia e il Parco Naturale dell'Albufera di assorbire le emissioni di gas serra.